la nostra nuova casa second hand + piccoli oggetti speciali

Abbiamo trascorso i mesi estivi appena passati a sistemare la nostra nuova casa second hand.

casa second handcasa second hand casa second handcasa second handcasa second handcasa second hand casa second hand casa second handcasa second hand

Sì, ci siamo trasferiti in previsione dell’allargamento della famiglia da due a quattro componenti e, anche se non drasticamente distanti da dove eravamo prima, possiamo dire di aver cambiato stile di vita. Staremo invecchiando?

E’ con una piccola dose di tristezza che abbiamo lasciato il nostro piccolo appartamento affacciato sui tetti del centro di Bologna per spostarci in una via immersa nel verde, all’interno di un appartamento completamente vuoto.
Una bellissima sensazione quella che solletica la fantasia quando si tratta di arredare una casa da zero, che si scontra con la realtà di dover mantenere intatte le finanze per i tempi prossimi futuri. Ed è stato così che mentre ancora annunciavamo di aver trovato un appartamento in cui traslocare a breve e cercavamo nuovi arredi, tra amici e parenti abbiamo scovato oggetti inutilizzati e sono spuntati mobili dimenticati, la maggior parte dei quali oggi vivono una nuova vita a casa nostra.

La nostra nuova casa second hand si è ritrovata alcuni, pochissimi mobili di base che ci siamo portati dal vecchio appartamento (un letto, un ingombrante divano ad angolo e la scrivania da cui sto scrivendo), ma che deficitava ancora di un tavolo per la sala da pranzo, armadi per entrambe le camere e librerie a contenere tutti i romanzi che amiamo.
La fortuna (chiamiamola pure generosità) ha fatto in modo che piano piano, settimana dopo settimana ci venisse regalato un tavolo inutilizzato da Caterina ed Eugenio, che ha accompagnato le loro vite londinesi e poi non ha trovato spazio nella loro nuova dimora bolognese; che nella cameretta / studio potessimo collocare due librerie che per anni hanno contenuto la collezione di dischi di mio padre; che nella sala da pranzo oggi possiamo ospitare cene e feste sul grande tavolo rotondo donato da Lorenzo e Cecilia, fino a poco fa collocato nella casa al mare dei loro nonni; che nel nostro terrazzino stretto e lungo possiamo sorseggiare un the freddo chiacchierando con gli amici sulle poltroncine di vimini recuperate e rivolte al sole.

Allestire una casa affiancando mobili nuovi e moderni ad oggetti pieni di storia e recuperati richiede un po’ di pazienza. Si procede pezzo per pezzo, con l’idea di riportare in vita oggetti pieni di personalità, vedendoli prima in un contesto ed immaginandoli in uno spesso molto diverso.
Stabilita la collocazione principale di questo impianto, poi, si arricchisce la casa con l’inserimento di oggetti nuovi, anche di design, da affiancare a quelli di arte povera. Nel nostro caso una credenza, due ampi armadi, un’intera cucina e due nuove culle in legno.

Se ripenso all’agosto appena passato lo associo alle rinfrescanti docce pomeridiane che seguivano ad intere giornate dedicate a montare mobili insieme a Lorenzo. A lavare via la stanchezza una lunga pausa rigenerante, arricchita da uno dei piccoli oggetti speciali dell’estate, il porta oggetti Myra .

casa second hand
E’ uno di quegli elementi innovativi della casa che mi fa sorridere: è simpatico, di un colore acceso e caldo, molto capiente rispetto agli articoli del suo genere e uno dei pochi che inizi completamente la sua vita insieme a noi.

Siamo anche qui

Write a Reply or Comment

Your email address will not be published.