Un’ energica playlist da matrimonio, pronta da ascoltare

 

un'energica playlist da matrimonio

Alle proprie nozze si può scegliere di avere dei musicisti che accompagnano cerimonia e ricevimento, ma è anche possibile comporre da sé una perfetta playlist da matrimonio, perché non c’è niente di meglio che creare personalmente l’atmosfera che accompagnerà l’intera giornata di festeggiamenti.

Creare una playlist da matrimonio è un’alternativa creativa ed economica alla scelta di una band, ma richiede molto tempo e dedizione per essere composta. Prima ancora di cominciare è necessario chiedersi: che tipo di clima vogliamo che aleggi per ogni singolo momento della giornata? Ci saranno dei momenti di ballo scatenato ed altri di sottofondo? Si desidera essere circondati da un’aura classica o da qualcosa di più allegro?

Per le nostre nozze avevamo le idee chiare già da mesi: la musica doveva fin da subito stuzzicare gli ospiti e coinvolgerli in un’atmosfera allegra, spingendoli a socializzare tra loro, liberandosi di giacche e cravatte. Non sapevamo che la maggior parte delle persone sarebbero finite a ballare sull’erba senza scarpe, immergendosi anche in una piccola cascata, fino ai polpacci.

Cerimonia

Durante la cerimonia in comune temevamo di grondare lacrime insieme agi amici più stretti e ai fratelli. Qualche lacrima è scappata, ma l’atmosfera era solenne ed allegra allo stesso tempo, e la musica è stata fondamentale. Scegliendo qualcosa di molto imponente avremmo rischiato di far sprofondare tutti in una commozione inarrestabile, invece abbiamo optato per tre brani che ci rispecchiassero completamente: uno che ci accompagnava mentre ci tenevamo per mano ed entravamo nella sala, uno a metà cerimonia durante lo scambio degli anelli, l’ultimo mentre firmavamo i registri e venivamo strattonati da tutti i presenti che ci facevano feste immense.

Aperitivo

Nella seconda parte della giornata ci siamo spostati in una casa in campagna, dove avevamo scandito i tempi tra un lungo aperitivo all’ombra di un gazebo ricoperto di glicine e un pranzo a buffet, durante il quale gli ospiti potevano scegliere i propri piatti, secondo i tempi rilassati di un pomeriggio di inizio giugno.
L’aperitivo apriva a tutti gli effetti il ricevimento, e non abbiamo lasciato nulla al caso: gli ospiti, una volta arrivati, dovevano essere accompagnati dalla musica in un’atmosfera informale, spinti a godersi la giornata, il buon vino e le chiacchiere.
Avevamo preventivato circa un’ora da trascorrere in piedi, e abbiamo pensato di scaraventare tutti in un clima retrò, fatto di ritmo swing, rockabilly e rivisitazioni di grandi classici.

Pranzo

Durante il pranzo seduti, invece, abbiamo lasciato spazio alle chiacchiere. La musica doveva essere solo un sottofondo, complice di un ritmo sempre costantemente vivace ed allegro.
Abbiamo in parte continuato con brani swing, ma inserendo tracce contemporanee provenienti dagli anni ’80 ad oggi, che hanno accompagnato le nostre vite e che i più attenti potevano riconoscere ed apprezzare, tra una tagliata di manzo e l’altra.

Infine, l’immancabile momento che ha segnato la fine del relax e l’inizio della vera festa: il sole stava tramontando, l’aria si rinfrescava, qualcuno ha alzato il volume della musica, e le scarpe rimaste ai piedi sono state lanciate per aria. E si è ballato senza sosta.

Ballare la perfetta playlist da matrimonio

La scelta musicale della playlist conclusiva deve tenere conto dei gusti un po’ di tutti, e non può permettersi di diminuire bruscamente il ritmo; alla fine si rivela la più decisiva per la riuscita della festa. Quindi è importante assicurarsi di avere un buon impianto di diffusione e un terreno morbido.

Stabilito il target dei coraggiosi rimasti fino all’ultimo per godersi le stelle e dare fondo alle bottiglie di vino, per noi è arrivato il momento di lanciare l’ultima playlist, quella che ha fatto dire agli invitati: mi sono divertito da morire.

 

fotografia: tylerbranchphoto.com

Siamo anche qui

Has one comment to “Un’ energica playlist da matrimonio, pronta da ascoltare”

You can leave a reply or Trackback this post.
  1. Ricordo ancora con la pelle d’oca il momento in cui gli sposi hanno fatto il loro ingresso al ricevimento sulle note di Everlong dei Foo Fighters. Brrrrividissimi! <3

Write a Reply or Comment

Your email address will not be published.